venerdì, marzo 02, 2007

Vola il Pil, cresce il deficit.

Il premier: ora abbasserò le tasse !

Da un lato il rapporto deficit/Pil che sale al 4,4% (era al 4,1% nel 2005) e raggiunge i massimi dal 1996. Dall´altro il Prodotto interno lordo che comunque torna in ascesa dopo anni di contrazione: +1,9%, il dato migliore dal 2000. È questa la doppia fotografia scattata dall´Istat ai conti pubblici del Belpaese nell'anno appena trascorso.
«I dati odierni sono, nel complesso, motivo di rinnovata fiducia e confermano che la linea di politica economica intrapresa dal governo dà buoni risultati» commenta il ministro dell'Economia, Tommaso Padoa-Schioppa. Il ministro ha poi aggiunto che «un'analisi completa delle risultanze del 2006 e delle prospettive per il 2007 sarà compiuta con la Relazione Trimestrale di Cassa».
Contento anche Prodi che comincia il suo discorso alla camera dicendo che, pur correndo il rischio dell'impopolarità, il governo ha scelto con «consapevolezza assoluta» di dare al Paese «le medicine giuste» per uscire dalla lunga crisi economica, e il risultato inatteso è che il risanamento è stato più rapido e più forte di quanto ci si aspettasse.
Prodi promette anche che la pressione fiscale diminuirà, e su questo punto c'è l'impegno del governo. Non solo l'Ici per le famiglie numerose che aveva annunciato al Senato, dunque. I dati economici e le parole confortanti del ministro Padoa Schioppa ammettono un passetto in più.